Cosa Cucino questa sera?

Cosa Cucino questa sera?
12 Lug 2016

Cari lettori, mi presento, sono Omar Gamberini, lavoro come dipendente in una famosa ditta della mia città (Bologna) e oggi, grazie all’eredità che mi hanno lasciato i miei nonni titolari di un ancor più famoso ristorante sito a pochi chilometri da Bologna stessa, sono qui a presentarvi il mio nuovo blog di cucina! Il mio desiderio è quello di condividere con voi tutte le esperienze e le emozioni che riesco a raccogliere ogni volta che, nel tempo libero, mi “diletto” con i fornelli.

Di fatto, sono un “dilettante” in cucina nel senso stretto del termine, e non me ne preoccupo più di tanto, visto che vivo la mia vita serenamente e non ho ambizioni di partecipare a programmi in tv, né di scrivere libri o vincere premi. Il premio più significativo che io possa ricevere è il complimento dei miei commensali: amici e parenti, infatti, mi regalano ogni volta la loro preziosa pazienza, arricchita di commenti, spunti di riflessione e opinioni costruttive che non possono far altro che arricchire il mio bagaglio di esperienze in cucina. Il mio problema quotidiano? “Cosa cucino questa sera?” è la domanda che mi attanaglia e mette in moto un lungo processo di ragionamenti che, ovviamente, partono dal riflettere su quali ingredienti io disponga per cucinare e, in seconda sede, quali “sensazioni” io porti nel cuore.
Eh sì, perché – non ricordo il nome – ma c’era un poeta che diceva che “un giorno ti lascia nel momento in cui inizi a pensare all’altro che deve spuntare”, o qualcosa del genere. Io durante il giorno penso a cosa portare sulla tavola. E, ci crederete!, nel momento in cui sparecchio la mia tavola, la immagino già come sarebbe al pasto successivi. Questo rincorrere il mio desiderio di appassionarmi in cucina è uno dei motivi per i quali la mattina, serenamente, mi alzo per compiere i miei doveri e inseguire i miei piacere. Sarà romantico, lo so!, sicuramente non sono l’ultimo dei romantici nel ribadire che i sogni in cucina si realizzano per davvero. Da oggi, sfrutto questo bellissimo strumento chiamato “internet” non solo per condividere con voi le mie ricette e le mie vicissitudini in cucina, ma anche per avere un punto di riflessione con me stesso, dato che la luce soffusa del monitor del mio computer riesce a farmi fare “mente locale” lasciandomi la concentrazione giusta per riordinare le mie idee da chef. Buona lettura!

share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *